Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘integrazione dei musulmani in Italia’

Riassunto delle battaglie precedenti. Mentre la Galassia (politica e mediatica) è nel caos, l’illustre prof. Sartori, con patente

Nella foto: l'Imperatore Sartori-Sith

pubblica di democratico, svela il proprio vero volto: è l’Imperatore Sith!  La scoperta avviene il 20 dicembre 2009 con un articolo in cui Sartori-Sith emana un editto imperiale in cui si afferma la non integrabilità dei musulmani nelle società a maggioranza non islamica. Ma l’Imperatore, ahilui, cita proprio l’esempio sbagliato: l’India. Perciò il mattino dopo, 21 dicembre, gli rispondo su MilleOrienti con questo post. Subito altri prodi cavalieri Jedi, giunti da tutta la Blogosfera, scendono in battaglia.
Ma la lotta è impari: l’Imperatore ha a disposizione un’arma micidiale, il Corriere della Morte Nera, mentre i Jedi hanno solo i loro veloci blog volanti.

La seconda battaglia (5 gennaio 2010) è riassunta qui, dove potete leggere sia il secondo Editto Imperiale sia le risposte di alcuni Jedi. Oltre ai già citati voglio ricordare – fra i tanti e le tante che si sono uniti alla Ribelllione – anche Piovono Rane, Manteblog e il prode Salamelik. A questo punto migliaia di interventi di lettori e lettrici si scatenano nella Blogosfera, e centinaia di lettere e di e-mail arrivano alla redazione del Corriere della Morte Nera.

Foto: i blog attaccano il Corriere della Morte Nera

Sembrerebbe giunto forse il momento, per Sartori-Sith,  di ammettere i propri errori ma… attenti al Lato Oscuro, potente esso è!
Infatti l’Imperatore pubblica oggi, 7 gennaio,  il suo Terzo Editto Imperiale in cui modera i toni (segno che l’attacco dei Jedi è servito) per camuffare la sua islamofobia. Ma la sostanza resta. Così, per non peccare di protagonismo, vi rinvio alla risposta che gli dà oggi un altro Jedi, Il pensiero selvaggio.

E ora la domanda è questa: riuscirà il Corriere della Morte Nera a far tacere i prodi Cavalieri della Blogosfera? La Galassia è nel caos, ma che la Forza sia con voi! (Musica in dissolvenza…..)

Read Full Post »

Vogliamo iniziare il 2010 con una polemica? E vabbè…non possiamo farne a meno, visto che il prof. Sartori, ignorando i propri strafalcioni sull’Islam e la cultura indiana pubblicati il 20 dicembre 2009 sulla prima pagina del Corriere della Sera, è tornato a difendere la propria tesi sull’impossibilità di integrare i musulmani nelle società non-islamiche. Sartori persevera tornando sulla materia oggi 5 gennaio 2010, sempre sul Corriere, in un articolo intitolato Una replica ai pensabenisti dell’Islam.
L’illustre politologo (interessante in altre occasioni e in altri campi, ma disastroso quando parla di Asia) se la prende ora con Tito Boeri, che gli aveva risposto sul Corriere il 4 gennaio 2010 con l’articolo I musulmani e i tempi dell’integrazione. Ma ahimé, anche nella risposta a Boeri Sartori incorre in altri errori, ben segnalati dallo studioso di islamistica che cura il blog “Tutto in 30 secondi”:  vi invito quindi a leggere il suo post Carissimo Sartori, rispondi a noi please.

Inoltre mi unisco all’invito fatto da “Tutto in 30 secondi”: Sartori, provi a  risponderci, grazie. Perché l’illustre professore  si prende la briga di replicare a Boeri, ma non alle documentate e circostanziate critiche rivolte al suo primo articolo da MilleOrienti, da Tutto in 30 secondi e da Jaska Trasmigrante (e perché stupirsi del silenzio di un Accademico? Del resto, lo stesso Corriere della Sera, anche nella sua edizione on line, non ha ancora scoperto l’esistenza della Blogosfera come luogo di dibattito…).

Per farla breve, cari lettori, vi invito a leggere questi tre interventi on line che demoliscono la tesi islamofobica di Sartori:
– Questa è la risposta di MilleOrienti: L’Islam, l’Italia e l’India. Errori e sciocchezze sulla prima pagina del Corriere della Sera
– Questa è la risposta di Tutto in 30 secondi: Caro Sartori, chi è lo sprovveduto?
– Questa è la risposta di Jaska Trasmigrante: Risposta all’editoriale di Giovanni Sartori sulla “Integrazione degli islamici”

Per concludere, solo una riflessione: perché è così facile compiere errori grossolani quando si parla dell’Islam, tanto in Occidente quanto in Asia (in India, in questo caso)? Certo la materia è scottante, ma proprio per questo ci si dovrebbe documentare bene quando si parla di un tema tanto “caldo”.

P.S.: Respingo al mittente la definizione di “pensabenista dell’Islam”. Io non ho una posizione ideologica sull’Islam. Mi limito, considerando i dati storici e culturali, a valutare la posizione da prendere caso per caso. E sarebbe bene che anche l’illustre professore facesse così…
Chi fosse interessato a seguire il dibattito in corso con i lettori di MilleOrienti può cliccare sui post della sezione “Islam in Occidente”. Attendo, come sempre, le vostre opinioni.

Read Full Post »