Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘settimanale l’Espresso’

Per tutti gli appassionati di musica, e per tutti quelli che amano sperimentare le novità tecnologiche: ecco una notiziola giapponese che ho pubblicato sul numero 22 (ancora in edicola) del settimanale L’Espresso.

Appassionati di musica, avete sempre sognato di “diventare tutt’uno” con il vostro pezzo rock preferito? Ora potete farlo. Come? Indossando una cassa del vostro stereo, e girando per casa sentendo la musica addosso. Il Wearable Speaker è a forma di proboscide di elefante: morbido (in polipropilene e tessuto) e avvolgibile a piacimento intorno al corpo, come una corda. Consente una nuova dimensione dell’ascolto: non più semplicemente con l’udito ma con una percezione fisica delle vibrazioni,dei bassi, della ritmica, eccetera. L’idea è di un giapponese, il designer Naoei Sakai: «ho cercato un modo per far apprezzare la musica a un livello più intimo», spiega. «Lo speaker a forma di tubo, avvolto attorno al busto dell’ascoltatore, amplifica le onde sonore che entrano in risonanza con il corpo. Così, dopo una giornata faticosa passata al computer, ci si può rilassare gustando un nuovo senso di partecipazione fisica alla musica». E’ il caso di dire: good vibrations…

Read Full Post »

Ignorando le critiche, la Rai continua a rovinare i film di Bollywood trasmessi di sabato in prima serata su Rai 1, e taglia dai film tutti i numeri musicali (MilleOrienti se n’era già occupato nel post  “Una rassegna di Bollywood su Rai 1. Bene, ma perché la Rai massacra i film indiani?“). Ignorando gli scempi Rai, però, la Bollywood-mania continua a dilagare. Sull’Espresso in edicola questa settimana ( 30/07/09, pag. 129) ho scritto un articolo che segnala vari blog e forum dedicati a Bollywood (citati più volte su MilleOrienti) ma anche la

Bollyhood, nuova Bollyood application per iPhone

Bollyhood, nuova Bollywood application per iPhone

nuova “Bollywood application” per l’iPhone di Apple. Si chiama Bollyhood (con la “h”), è stata creata dalla Centilian – un’azienda di Silicon Valley – e permette di vedere trailer e backstage dei film indiani del momento, ma anche di accedere a interviste alle star, news e gossip sugli amori di Bollywood. E naturalmente consente di gustare video musicali, perché togliere la musica a Bollywood sarebbe come togliere la luce a un pittore. Qualcuno dovrebbe spiegarlo alla Rai, che si gode il successo della rassegna “Amori con…turbantiil film del 25 luglio ha avuto 2.637.000 telespettatori con uno share del 19.13% – senza capire però che con le musiche i film farebbero ancora più successo! Perché è la musica a determinare in gran parte il fenomeno di massa bollywoodiano.  E comunque i numeri musicali sono l’anima dell’opera, non sono staccabili come figurine…A Silicon Valley sono un po’ più furbi e l’hanno capito. L’ iPhone aveva già altre “Bollywood application”. Ma Bollyhood – un prodotto mirato sui trailer e i video musicali – ha una simpatica caratteristica che lo renderà appetibile al grande pubblico: è gratis.

Read Full Post »

Appassionati di gadget tecnologici? Vale sempre la pena dare un’occhiata alle novità provenienti dal Giappone, un Paese che in questo campo è  un passo più avanti di noi. Qui sotto, tre tecno-news giapponesi che ho pubblicato sul settimanale L”Espresso (nel numero del 2 luglio, in edicola, e nei due precedenti) nella rubrica Internet News di Alessandro Gilioli (autore fra l’altro dell’ottimo Piovono Rane, un blog che riesce a rendere divertente una materia pallosissima come la politica italiana). Queste novità tecnologiche sono state presentate alla Japan Design Selection 2009 tenutasi alla Triennale di Milano dal 22 al 27 aprile.

1) Notizie solari dal paese del Sol Levante. Sanyo Electric propone – per ora GK_eneloop_N-SC1solo sul mercato giapponese –  un nuovo caricabatterie a energia solare, Eneloop Solar Charger N-SC1S (foto a destra): piccolo, elegante, di forma piramidale, è stato concepito per uso domestico. Un oggetto con una vocazione fra tecnologia e design come tanti modelli creati da GK Design Group, che ha disegnato  la bottiglietta di soia più diffusa in tutto il mondo (Italia compresa) ma anche i treni superveloci giapponesi.
Dopo avere caricato la batteria a ioni di litio con l’esposizione alla luce del sole Eneloop può essere utilizzato sia come caricabatteria sia come fonte di alimentazione per apparecchi elettronici KDDI_SOLAR_voyageattraverso un collegamento USB.
Ma le ricerche sulla tecnologia solare user friendly in Giappone non si fermano qui. La KDDI Corporation – secondo operatore di telefonia mobile del Sol Levante – ha realizzato i prototipi di due telefoni cellulari a energia solare: Voyage (foto a destra) dal design ispirato ai viaggi nello Spazio, e Gem, che richiama nella forma un gemma del sottosuolo.

SHIMADZU_dataglass2) E’ una tecnologia in piena espansione, quella dell’HMD (Head Mounted Display). Si tratta di un piccolo display ottico che si monta sulla testa o su un elmetto (per usi industriali) davanti a uno o a entrambi gli occhi, utilizzato come terminale per visualizzare informazioni e controllare dati a mani libere. Perfezionando questa tecnologia, Shimadzu Corporation ha creato Data Glass 3/A che utilizza micro-display ad alta precisione e permette all’utente di connettere il dispositivo a un PC e visualizzare uno schermo PC da 10 pollici alla giusta distanza dal viso (foto a sinistra). Impermeabile e a prova di polvere (IP54) Data Glass 3/A è pensato per fini industriali, per essere montato su un casco e tulizzato all’aperto, ma la tecnologia HMD sta allargando le proprie applicazioni anche ai giochi, allo sport e agli usi militari.

3) Un nuovo concept per l’utilizzo di Internet: lo propone la ANODOS_ANOBAR_03giapponese Anodos Incorporated. Solitamente il fruitore di un computer o di un telefono cellulare è costretto a restare molto vicino all’oggetto; il nuovo terminale Anobar 100S invece è pensato per un uso di Internet più rilassato, che consenta al fruitore di stare a maggiore distanza, per esempio sul divano in salotto. Anobar 100S infatti è un dispositivo che può essere collocato su qualsiasi mobile di casa (ha un ingombro equivalente a un piccolo videoregistratore) per leggere testi dal Web grazie a un telecomando, a un innovativo display FED e a un browser esclusivo, con cui accedere ai feed RSS del web e ad altri servizi. Inoltre, collocato vicino al televisore (foto sopra) questo terminale – che per ora è un prototipo – consente di messaggiare con altri telespettatori commentando il programma tv che state guardando. Comodo, no?

Read Full Post »