Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘turismo indiano in Puglia’

L’Italia sta scoprendo che Bollywood può essere un ottimo partner d’affari? Forse – dopo anni di ritardo rispetto a nazioni come la Svizzera – anche il nostro Paese si sta svegliando. Da tempo, su MilleOrienti, parliamo della internazionalizzazione dell’industria cinematografica indiana e del suo legame con il cineturismo, cioè delle varie opportunità di business offerte dalle produzioni di Bollywood:  quando un produttore cinematografico indiano decide di girare un film in una località europea non solo si aprono ovvie opportunità commerciali ma anche un circolo virtuoso di cineturismo, dato che gli indiani (sia upper class sia middle class) amano viaggiare nelle località che vedono nei film.

Nel settore turistico l’Italia, purtroppo, non è ancora capace di fare sistema (il tanto invocato e mai realizzato “sistema Paese”) perciò le regioni italiane si arrangiano ciascuna per conto proprio. Nel maggio di quest’anno abbiamo parlato del “caso Puglia”, una Regione che già da tempo ha capito le potenzialità economiche di un rapporto con l’industria cinematografica indiana. Ora segnaliamo volentieri i casi della Sicilia e della Liguria. L’Assessorato al Turismo della Regione siciliana, in collaborazione con la società CineSicilia, realizzerà nel 2011 tre viaggi in India per promuovere le meraviglie naturali e artistiche della Sicilia come set di produzioni cinematografiche indiane. (E oltre al cinema la Regione Sicilia ha programmato altre missioni in India nei settori dell’informatica, dell’automobilismo e dell’industria alimentare).

Per quanto riguarda la Liguria, invece, sta per diventare un set  indiano la città di Genova: una troupe di Kollywood (la variante tamil di Bollywood) è arrivata proprio oggi nel capoluogo ligure per girare – in particolare nella zona della Stazione Marittima – un film dal titolo Manmadam Ambu.  Il regista è K.S. Ravikumar mentre il protagonista è Kamal Haasan (foto sopra), megastar del cinema tamil. Il cinquantacinquenne attore tamil, molto apprezzato da critica e pubblico indiani per la sua versatilità,  in passato ha vinto diverse volte il National Film Award e il Filmfare Award.
L’arrivo di una troupe del Tamil Nadu in Italia potrebbe anche costituire l’occasione per la futura apertura di una nuova frontiera del turismo incoming, quello dell’India del Sud.

Annunci

Read Full Post »

E’ una nuova commedia romantica di Bollywood (बॉलीवूड) e promuoverà il turismo indiano in Puglia. Il film si intitola HouseFull (qui il sito ufficiale con i trailer e le musiche) ed è uscito con notevole successo il 30 aprile 2010 nelle sale cinematografiche indiane, americane e britanniche. Preceduto da una grandiosa campagna di lancio in India, il film diretto da Sajid Khan annovera nel cast varie star bollywoodiane di prima grandezza quali Akshay Kumar (qui il sito del suo fan club italiano), Deepika Padukone, Ritesh Deshmukh, Jiah Khan. Che cosa c’entra la Puglia? C’entra eccome, per tre motivi: 1) il film è stato parzialmente girato nel Gargano, tra Vieste e Mattinata; 2) è stato prodotto dalla Nadiadwala Grandson Entertainment di Mumbai con la collaborazione dell’italiana Scrix Productions; 3) è in corso in India una campagna di promozione del turismo indiano in Puglia (foto sotto) promossa dalla Apulia Film Commission, in collaborazione con la Nadiadwala Grandson Entertainment e con il tour operator Kuoni.

E’ noto infatti che il cineturismo è molto rilevante in India: gli indiani appartenenti alle classi sociali medio-alte scelgono spesso di visitare un Paese dopo averne viste le bellezze in qualche film di Bollywood. Accade così, per esempio, in Svizzera, dove da un decina d’anni ci sono valli che godono di una pacifica invasione di turisti indiani (MilleOrienti ne ha parlato anche QUI). Quello del cineturismo indiano è un mercato ricco, e in forte crescita. Come si pone l’Italia di fronte a questo fenomeno? Come troppo spesso le accade, l’Italia sta a guardare: incapace di “fare sistema” in campo turistico, il nostro Paese si affida all’intraprendenza di singole regioni più attive (come il Piemonte e la Puglia) a fronte della totale inerzia di altre (per esempio la Lombardia).
La Puglia, del resto, non è nuova a Bollywood: si possono ricordare grandi successi commerciali come il film Bachna ae Haseeno – girato anche fra i trulli di Alberobello – e l’attenzione dimostrata dal Salento Film Festival. In fondo, per capire quanto ci sia da guadagnare, sul piano dell’economia turistica, nel rapporto con Bollywood, basta guardare la foto qui a fianco: una scena del film HouseFull con l’attore Ritesh Deshmukh nelle acque del Gargano; tutte le recensioni del film uscite in India hanno lodato la bellezza delle location italiane…. Chissa cosa aspetta, il Sistema Italia, ad accorgersi delle potenzialità di Bollywood per la promozione del nostro territorio?

Read Full Post »